Irrigazione: cos’è, a cosa serve e quando farla

Irrigazione: cos’è, a cosa serve e quando farla

Un’irrigazione corretta e regolare è indispensabile per ottenere delle piante in perfetta salute, ma per effettuarla è necessario rispettare alcune precise regole. In questo articolo vedremo insieme come e quando innaffiare le piante, oltre alle principali tecniche specifiche per ogni tipologia di terreno. 

Cos’è l’irrigazione?

L’irrigazione è una tra le più importanti e necessarie operazioni colturali che permette di mantenere le piante in perfetta salute. La crescita di qualsiasi tipologia di pianta infatti, è strettamente legata alla presenza di acqua nel terreno, perché in grado di apportare tutti i necessari principi nutritivi. Come risaputo dunque, se l’acqua nel terreno scende sotto una certa soglia, che chiaramente varia a seconda della specie, la pianta appassisce. 

Irrigazione

L’acqua migliore è sicuramente quella piovana, ma in sua assenza si può tranquillamente ricorrere a quella del rubinetto. L’irrigazione del terreno quindi, è fondamentale per il corretto mantenimento di orti, giardini, campi o balconi. Esistono regole generali legate all’irrigazione, che prendono in considerazione tempi e modalità, ma anche la morfologia del terreno. 

Come fare l’irrigazione

Abbiamo detto che esistono delle regole generali legati all’irrigazione, e si basano su alcuni fattori da prendere in considerazione, ovvero:

  • Morfologia del terreno. Il terreno può essere suddiviso in tre differenti tipologie: forti, duri, e impermeabili all’acqua. Ovviamente i terreni friabili assorbono l’acqua in maniera sicuramente più veloce, ma con la medesima velocità la cedono in profondità. 
  • Clima. Si tratta di quell’insieme di variabili dovute alle precipitazioni, alla temperatura, alla radiazione solare, all’umidità dell’aria, e alla ventosità.
  • Tipo di coltura. Ogni specie ha necessità differenti in merito di fabbisogno idrico giornaliero, e questo varia anche a seconda dei tempi di sviluppo della pianta stessa. 

Le piante devono essere innaffiate solamente quando il terreno si presenta compatto e quasi arido, e all’inizio è necessario procedere lentamente per permettere allo stesso d’impregnarsi. Il consiglio è quello di effettuare l’irrigazione durante le prime ore del mattino o in alternativa al tramonto, e anche durante le stagioni fredde ma solamente se la temperatura non scende sotto lo zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *